logo-risarcimenti&rimborsi

    3518551851

    Facebook

    Instagram

    Via Sorda Samperi, 27
    Modica (RG)
    P.Iva 05539390871
    Copyright 2019 Risarcimenti & Rimborsi.
    All Rights Reserved.

    Accompagno 2022 e chemioterapia: la storia di Ninetta

    accompagno 2022-chemioterapia

    Su queste pagine abbiamo parlato spesso dell’indennità di accompagnamento o accompagno, ma in questo articolo vorremmo dare voce a chi davvero ha vissuto questa storia, sperando di non urtare troppo la delicata sensibilità di chiunque tutt’ora stia passando attraverso questa atroce battaglia.
    Speriamo che questa intervista a Ninetta – che si è gentilmente prestata – vi sia utile!
    Buona lettura!

    Accompagno 2022 e chemioterapia: l’intervista a chi l’ha vissuta

    Abbiamo chiesto a Ninetta, classe ’48, di parlarci della sua esperienza in merito alla richiesta di accompagno 2022 o indennità di accompagnamento 2022 in correlazione alle sedute chemioterapiche.
    Ninetta, ci ha spiegato, con estrema franchezza, che a metà del 2021 – dopo un’analisi di controllo conosciuta come mammografia tramite Prevenzione Serena – ha scoperto delle masse sconosciute al seno sinistro.
    Sono servite analisi più approfondite, come una biopsia, per scoprire che quelle erano masse tumorali.
    Da lì è iniziato il calvario di Ninetta, che si è vista catapultare in un mondo di medici, esami, controlli su controlli e si è dovuta rapportare ad una terminologia che gli era stata estranea fino a quel momento e che ha profondamente spaventato lei quanto i suoi cari: tumore al seno.
    I dottori sono stati rincuoranti con Ninetta e le hanno detto che allo stadio in cui si trovava lei al momento della scoperta era possibile intervenire con alte probabilità di riuscita.
    Ci sarebbe stato bisogno di un’intervento – per rimuovere le masse tumorali – seguito da sessioni di chemioterapia e radioterapia.
    L’iter ha però devastato Ninetta, che a settantatré anni – nel 2021 – si è dovuta affacciare a un’intervento e alla chemioterapia.
    Per fortuna l’intervento di rimozione delle masse tumorali è andato a buon fine con risultati ottimali per la signora, che ha così potuto iniziare il suo percorso chemioterapico.

    Ninetta e la richiesta di accompagno 2022

    Ninetta rimane fortemente provata dalla chemioterapia, rendendole praticamente impossibile svolgere le azioni della quotidianità senza una sussistenza.
    Anche solo cucinare per sé stessa e per suo marito diventa impensabile. Fare la spesa? Impossibile. E a volte il semplice andare in bagno le richiede troppa fatica, fra capogiri, nausee e svenimenti.
    Le dicono che sono effetti collaterali “normali”, dovuti alla chemioterapia e che dovrà avere pazienza.
    La figlia di Ninetta, Laura, decide di richiedere per sua madre l’indennità di accompagnamento a fine 2021, così da poter far fronte ai molti permessi di lavoro che dovrà richiedere e per poter – nel caso – pagare una persona specializzata che la possa supportare in questo momento difficile.
    Laura decide, dunque, di recarsi ad un CAF durante il 2021 e – complici le varie chiusure e le problematiche generali mondiali – dapprima riceve risposte vaghe e sconclusionate, seguite poi da un invito a richiedere un secondo appuntamento con la specialista della sede CAF.
    La specialista è perentoria: Ninetta finora non ha fatto nemmeno un mese di chemioterapia e potrebbe arrivare al massimo al mese con la radioterapia, non vale dunque la pena richiedere l’indennità di accompagnamento che tanto verrebbe rifiutata a priori dall’INPS.

    L’ottenimento dell’accompagno 2022

    Per nostra fortuna – e per quella di Ninetta – poco dopo questa infelice uscita da parte del CAF di riferimento, il figlio di Laura – nonché nipote di Ninetta – Andrea, legge un nostro articolo in merito all‘indennità di accompagnamento e la chemioterapia e decide di contattarci.
    Ovviamente, siamo più che lieti di spiegargli che è nostra premura effettuare prima una consulenza gratuita in cui controlleremo che il cliente sia effettivamente idoneo per la richiesta che vuole effettuare e solo DOPO, partire con le pratiche burocratiche.
    Dopo aver svolto le dovute ricerche e aver conversato con Ninetta possiamo confermare che sì, Ninetta ha perfettamente diritto all’accompagno per quello che è oramai diventato il 2022 e che saremo lieti di aiutarla a ricevere quanto le spetta.
    Fatte le dovute richieste e controlli, il mese successivo al giorno della richiesta, Ninetta ha ricevuto l’importo a lei spettante.
    Questa per noi è una vittoria.

    L’indennità di accompagnamento 2022 di Ninetta e la radioterapia

    L’indennità di accompagnamento 2022 di Ninetta è stata, quindi, elargita per tutto il periodo della terapia chemioterapica e della terapia radioterapica, proprio perché la signora Ninetta aveva comprovate necessità di una sussistenza per le azioni della quotidianità.
    Se anche voi o un vostro caro/a si trova in una situazione similare e non state riuscendo a ottenere l’accompagno 2022 non esitate: contattateci!

    Conclusioni

    Sei un invalido civile al 100% che può beneficiare dell’indennità di accompagnamento nel 2022 proprio come la signora Ninetta, ma non sai come effettuare la domanda o hai provato a recarti da Caf e Patronati ma senza successo?
    Noi di Risarcimenti e Rimborsi siamo specializzati in pratiche di richiesta dell’indennità di accompagnamento e di tutto ciò che riguarda la sfera della disabilità e saremo lieti di effettuare la richiesta per l’indennità d’accompagnamento INPS per te – o per un tuo caro – al tuo posto e a risolvere tutte quelle piccole problematiche legate all’indennità di accompagnamento e al lavoro che potrebbero venirsi a creare e che genererebbero ansie e paure.
    Non vuoi spendere soldi senza prima avere la certezza di essere idoneo?
    Il nostro primo consulto è assolutamente gratuito e valuteremo noi per primi l’idoneità della persona nell’effettuare la domanda.
    Hai altri dubbi su invalidità e accompagnamento e vorresti leggere una comoda guida che ti aiuti a capire?
    Puoi ottenerla gratuitamente e in pochi semplici passi tramite il nostro sito web, ti basterà cliccare su questa pagina.
    Non dovrai fare altro che inserire il tuo indirizzo email, accettare l’informativa e cliccare su “Scarica la guida” per goderti la lettura della nostra guida nel pratico formato PDF.
    Se vuoi la certezza di essere seguito da esperti del settore che non ti chiederanno MAI di pagare per una prima consulenza, contattaci!

    Nessun Commento

    Sorry, the comment form is closed at this time.