logo-risarcimenti&rimborsi

    3518551851

    Facebook

    Instagram

    Via Sorda Samperi, 27
    Modica (RG)
    P.Iva 05539390871
    Copyright 2019 Risarcimenti & Rimborsi.
    All Rights Reserved.

    Assegno di vedovanza 2022: ecco come richiederlo in 3 semplici mosse!

    assegno di vedovanza 2022 come richiederlo
    Sei rimasto da poco vedovo e vuoi sapere se hai diritto o meno all’assegno di vedovanza 2022 INPS? Nel nostro articolo parleremo dell’assegno di vedovanza e vedremo nello specifico sia che cos’è l’assegno di vedovanza 2022 – anche conosciuto come assegno per il nucleo familiare ai pensionati -, a chi è rivolto l’assegno di vedovanza 2022, a quanto ammonta l’importo dell’assegno di vedovanza e come richiederlo in tre semplici mosse!

    Assegno di vedovanza 2022: che cos’è?

    Come già precedentemente detto su queste pagine, l’assegno di vedovanza non è nient’altro se non un contributo economico che va ad aggiungersi a quelli spettanti e che viene elargito alla persona vedova e invalida al 100% o invalido totale. Questo purché percepisca la pensione di reversibilità, che sia essa per lavoro dipendente privato o pubblico. Questo assegno – conosciuto come assegno di vedovanza 2022 INPS – è in realtà un assegno per il nucleo familiare ai pensionati e come tale equivale all’assegno per il nucleo familiare dei lavoratori dipendenti. In questo caso però si tratta di assegni per i pensionati, non per i dipendenti. Purtroppo, malgrado la gran quantità di invalidi civili al 100% che potrebbero effettivamente farne richiesta, quest’ultimo è ben poco conosciuto ed usufruito. Il suo importo è pari a 52,91 euro mensili – la stessa cifra del 2021 – fino a 27.889,67 euro di reddito annui, fra i 27.889,67 euro e i 31.296,62 euro annui si ha invece diritto a 19,59 euro al mese, i quali verranno incorporati dall’INPS all’interno della pensione già percepita. In caso di richiesta fatta in ritardo, vi è la possibilità di richiedere ottenere gli arretrati dell’assegno di vedovanza 2022 fino a cinque anni prima dal momento in cui se ne ha diritto, per una cifra non superiore ai 3000 euro.

    Assegno di vedovanza 2022: come richiederlo

    Come si può richiedere, quindi, l’assegno di vedovanza 2022? Per poter ottenere l’assegno i vedovanza 2022 occorrerà ben più del chiaro requisito presente nel titolo. Difatti, per poter aver diritto all’assegno di vedovanza occorrerà:
    1. avere già una pensione di reversibilità da lavoro dipendente (privato o pubblico), indipendentemente dal percepire la pensione diretta o di vecchiaia;
    2. risultare invalido ed inabile al lavoro al 100% o beneficiario dell’indennità di accompagnamento;
    3. dimostrare un reddito inferiore al limite annualmente sottolineato pari a 27.889,67 euro annui.
    4. essere vedovi
    Il sussidio, a differenza di ciò che si pensa, non spetterà in ogni caso a qualsiasi pensione di reversibilità che venga percepita. In caso di pensioni di reversibilità derivate dalla gestione previdenziale dei lavoratori autonomi ( e dunque pensioni Sr,So Art, Socom ) non sarà possibile ottenere l’assegno di vedovanza 2022!

    Assegno di vedovanza 2022: step 1

    Lo step 1 è quello della consapevolezza: urge prendere le proprie documentazioni e andare a depennare una lista dei requisiti mentali: pensione di reversibilità non appartenente alla gestione previdenziale dei lavoratori autonomi invalidità civile al 100% e/o indennità di accompagnamento  reddito annuale inferiore ai 27.889,67 euro essere vedovi Se tutti questi requisiti sono stati segnati con una spunta a V allora siete fortunati e potrete richiedere l’assegno di vedovanza 2022. La richiesta dell’assegno di vedovanza 2022 – ci teniamo a sottolinearlo – non è subordinata alla contemporaneità della richiesta della domanda di reversibilità. Quindi, come anticipato pocanzi, potrà essere effettuata anche successivamente e di richiedere gli arretrati fino a cinque anni. Piccola postilla: in caso la persona vedova deceda senza percepire gli assegni di vedovanza, saranno gli eredi a poter richiederne il periodo di spettanza all’INPS, compresi gli arretrati entro i cinque anni.

    Assegno di vedovanza 2022: step 2

    Il secondo step è quello della scelta: una volta appurato di essere veramente idonei per questa richiesta occorre chiedersi: come voglio effettuare la domanda? Autonomamente attraverso il sito INPS a mio rischio e pericolo, ben conscio di tutte le difficoltà che questo comporta? Attraverso l’aiuto di un patronato o di un CAF, anche qui conscio del fatto che molte volte i CAF non sono nemmeno a conoscenza dell’assegno di vedovanza stesso? O affidarmi ad una persona esperta e ottenere il massimo dell’aiuto e la sicurezza di poter ricevere ciò che ci spetta?

    Assegno di vedovanza 2022: step 3

    Lo step tre è quello forse più facile: una volta compreso che la scelta migliore è quella di delegare a chi ha davvero esperienza in materia e potrà aiutarvi nella ricezione dell’assegno di vedovanza 2022 e anche dei suoi arretrati in modo semplice e senza stress, non vi servirà altro che andare nella sezione “contatti” del nostro sito e richiedere una prima consulenza conoscitiva gratuita! A chi dice che per “pochi spicci” sarebbe meglio lasciar perdere, ricordiamo che in ogni caso lo Stato ve li mette a disposizione e che è un vostro diritto richiederli e che quindi, sebbene siano pochi, possono sempre essere un piccolo aiuto in più, considerando anche il continuo aumento del caro vita. Se avete ancora dubbi, curiosità o perplessità vi invitiamo a leggere le conclusioni e a contattarci privatamente. Saremo lieti di dissipare ogni vostro dubbio!

    Conclusioni

    Sei un invalido civile al 100% che può richiedere gli assegni di vedovanza 2022 e gli arretrati degli assegni di vedovanza 2022 ma non sai come effettuare la domanda o hai provato a recarti da Caf e Patronati ma senza successo? Noi di Risarcimenti e Rimborsi siamo specializzati in pratiche di richiesta dell’indennità di accompagnamento e di tutto ciò che riguarda la sfera della disabilità e saremo lieti di effettuare la richiesta per l’indennità d’accompagnamento INPS per te – o per un tuo caro – al tuo posto e a risolvere tutte quelle piccole problematiche legate all’indennità di accompagnamento e al lavoro che potrebbero venirsi a creare e che genererebbero ansie e paure. Non vuoi spendere soldi senza prima avere la certezza di essere idoneo? Il nostro primo consulto è assolutamente gratuito e valuteremo noi per primi l’idoneità della persona nell’effettuare la domanda. Hai altri dubbi su invalidità e accompagnamento e vorresti leggere una comoda guida che ti aiuti a capire? Puoi ottenerla gratuitamente e in pochi semplici passi tramite il nostro sito web, ti basterà cliccare su questa pagina. Non dovrai fare altro che inserire il tuo indirizzo email, accettare l’informativa e cliccare su “Scarica la guida” per goderti la lettura della nostra guida nel pratico formato PDF. Se vuoi la certezza di essere seguito da esperti del settore che non ti chiederanno MAI di pagare per una prima consulenza, contattaci!

    Nessun Commento

    Sorry, the comment form is closed at this time.